Industria tessile comasca sostenibile: il programma Zdhc
8090
single,single-post,postid-8090,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Blog

Effepierre-Blog-ZDHC-sostenibilita-tessile

Industria tessile comasca sostenibile: il programma Zdhc per una produzione green

Novità

Stop all’inquinamento e benvenuta sostenibilità: l’industria tessile del distretto comasco sta virando la propria operatività nella direzione dell’impatto zero. È stato infatti presentato lo scorso 17 Maggio il programma Zdhc da Rachel Wallace presso Unindustria Como.

Zdhc e l’incontro con le aziende tessili comasche

L’incontro è stato organizzato con lo scopo di presentare ad 80 aziende tessili comasche il programma Zdhc, che lavora sull’eco-sostenibilità dei processi produttivi peculiari di questo settore. Lo scopo ultimo del programma è fornire informazioni, sistemi di verifica e di controllo per arrivare ad azzerare la produzione di sostanze chimiche dannose in fase di produzione.

Eco-sostenibilità nell’alta moda

Questo riguarda sia i residui chimici presenti sui tessuti finiti, sia i residui presenti negli scarichi delle acque successivamente ai processi di lavorazione. L’eco-sostenibilità, infatti, è diventata ora più che mai una priorità non solo per le imprese comasche, ma anche e soprattutto per i grandi marchi della moda internazionale, come Burberry, H&M, Hugo Boss, Adidas e molti altri.

In questo momento storico, inoltre, è il mercato stesso del tessile a richiedere uno sforzo in questa direzione e il distretto tessile comasco, rappresentato dal consigliere della filiera per Unindustria Como Corrado Ferrario, si sta impegnando al massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Certificazione Marchio Seri.Co

Fino ad oggi, infatti, molte imprese comasche hanno condotto questa attività lavorando in equipe all’interno della Certificazione Marchio Seri.Co, molto apprezzata dai brand che aderiscono al commitment di Zdhc. Il principale problema, parlando di sostenibilità, è la mancanza di un protocollo unitario e chiaro, per questo il Seri.Co ha scelto di diventare contributor di Zdhc, proprio per verificare la possibile sovrapposizione dei protocolli eco-tossicologici in uso.

Trasparenza, sostenibilità ambientale e qualità

L’iniziativa vuole quindi instradare le imprese verso una coscienza “ecologica”, dimostrando come il tessile comasco si impegni nella tutela ambientale. L’iniziativa Zdhc, infatti, non è un’imposizione di legge ma un vero e proprio impegno volontario che le aziende si assumono in nome di trasparenza, sostenibilità ambientale e qualità.

In questo contesto, anche la nostra azienda si impegna sempre di più nella direzione di una produzione green, che riduca al minimo l’impatto ambientale e che non rilasci sostanze nocive per l’utilizzatore garantendo tessuti sicuri e affidabili.

 

Scopri qui la nostra area FPR GREEN

Scarica qui l’articolo originale de La Provincia